domenica 2 giugno 2013

Dealing with dragons - Patricia Wrede

IL LIBRO IN PILLOLE: Lo ESIGO in Italia! :DD

Seriamente, perché gli editori italiani continuano a pubblicare (spesso) robaccia e si lascia indietro chicche del genere?
Perché?! Perché?? Perchééééééé!!!
Il libro è super vecchio (1990! Oddio, vecchio. Così starei implicitamente dicendo che io sono vecchia.. ._.), quindi l'editoria non ha davvero scuse per essersi fatta scappare questa chicca.. Peccato :(
Vabbé, bando alle ciance e ai rimpianti!
Ammetto di trovarmi un po' a corto di parole nel descrivere come e perché questo libro mi sia piaciuto così tanto: a questo punto, la spiegazione plausibile è che i libri belli mi lasciano incantanta e impossibilitata a mettere insieme un pensiero coerente che vada oltre il "Oddio, è meraviglioso", "Dovete leggerlo!", "Non perdetelo!!", "Mi sono innamorata" e via discorrendo, mentre do il meglio di me dove c'è da criticare. Ahhh :') Sniff sniff e onore ai brutti libri!

Tornando a cose serye -come fare la recensione di questo libro..-, ve lo consiglio caldamente perché è un fantasy che però sconvolge -in maniera divertente, ben riuscita e assolutamente dissacrante- quelli che sono i canoni e i piloni del genere. Ci sono draghi, maghi, principesse da slvare.. E tanto, tanto, tanto divertimento!
Cimorene è un'eroina che vi rimarrà nel cuore: una principessa totalmente NON a modo e inadatta alla vita di corte che decide di fuggire e trovare rifugio tra i draghi piuttosto che sposare il noiosissimo e banalissimo principe a cui è promessa sposa. Lei è contraria a tutto ciò che è lo stereotipo della principessa: non vuole seguire le lezioni di galateo, di danza o di cucito ma è invece affascinata dalle lezioni di magia, di cucina e di scherma.. Cosa che provoca sconforto e disagio nei genitori, che lo considerano totalmente unproper (e questo sarà il liet motiv da cui la principessa cercerà di scappare per tutto il libro!!). Decide quindi di diventare la prigioniera di un drago rifiutando di essere salvata dai prodi cavalieri che si presentano alla tana del drago =P
E' una ragazza sveglissima, simpatica, divertente, che non si perde mai d'animo ma che anzi ne pensa una più del diavolo.. Il suo modo di risolvere i problemi e le varie situazioni.. E' il mio mito!!

La storia è contornata di altri personaggi memorabili: Alianora, la principessa fatta catturare dai draghi dai suoi parenti che si vergognano di lei, Kazul la draghessa che decide di prendere Cimorene come sua 'principessa' (ovvero prigioniera :D), il principe di roccia, che è.. Beh, di roccia! Mi ha fatto morire!

La Wrede è fantastica, ha creato questo mondo a cui è stato difficile dire addio alla fine del libro (ma sono contenta, ci sono altri tre volumi che mi aspettano!!) il quale ha un'alone di serietà pur se chiaramente guarda con irriverenza tutti i topoi cari alla letteratura fantastica e alle storie a happy ending terribilmente stereotipate dove la bella principessa deve essere salvata dal prode cavaliere. Insomma, è bene far conoscere ai bambini il lato bello e magico delle fiabe, ma certo non farà male vedere l'altro lato della medaglia attraverso questo libro!!

Il libro nasce come libro per ragazzi, però posso assicurarvi che è ESTREMAMENTE godibile anche per chi ragazzo non lo è più (ehm. Coff coff. A proposito della vecchiaia XD).. Tante scene sono veramente geniali, l'arguzia qui la fa da padrona insieme al sarcasmo e soprattutto la mia saggezza di donna vissuta (:D), mi ha fatto apprezzare moooolto di più alcune sfumature e alcune ironiche allusioni che magari un io più giovane non avrebbe colto.

Se mai dovesse servirvi un altro paio di input per comprare il libro, sappiate che la faccia del drago in copertina è qualcosa di meraviglioso. Il tipico "Meh". Stupendo ahaha!! Per non parlare di Cimorene.. :DD
E poi costa 4.70 euro. Un affarone!

“Aunt Ermintrude persuaded one of her fairy friends to give me a gown and a pair of glass slippers to go to a ball in the next kingdom over. And I broke one before I even got out of the castle!”

There’s no point in worrying about it if I don’t have any choice

“It’s been three years since I graduated, and everyone’s still waiting for me to do something spectacular,” the stone prince said, lengthening his stride. “The rest of my classmates are already making names for themselves. George started killing dragons right away, and Art went straight home and pulled some sort of magic sword out of a rock. Even the ones nobody expected to amount to much have done something. All Jack wanted to do was go back to his mother’s farm and raise beans, and he ended up stealing a magic harp and killing a giant and all sorts of things.

“Stay where you are, Princess Cimorene,” Antorell commanded. “I’ll deal with you in a moment.” “Must you be so theatrical?” Cimorene said. “Theatrical? You think I’m being theatrical?” Antorell said furiously. “I am simply showing a proper respect for the importance of this moment!” “You’re showing off,” Cimorene said flatly. “And you’re not doing it very well.”

“At hero’s school we were always taught that if you couldn’t persuade anyone to help you with something, it meant that you were supposed to do it by yourself,” the stone prince said diffidently. “And we are prepared.”

“Who’s that?” said the escort dragon. “Morwen? That does it! This is too much for me. I’m taking you all into custody until the trials are over and the King can sort it out. Come along.” “I assume that doesn’t apply to me,” Woraug rumbled. He winced as he spoke. “It certainly does,” the escort dragon said. “I said all, and I meant all. If I’d meant ‘all the humans’ I’d have said ‘all the humans’ or maybe ‘some of you’ or ‘you over there’ or ‘all you non-dragons’ or—”
Trama Cimorene is everything a princess is not supposed to be: headstrong, tomboyish, smart - and bored. So bored that she runs away to live with a dragon - and finds the family and excitement she's been looking for.


10 commenti:

  1. Oddio, adesso lo desidero ardentemente anche io!
    Ma dove le trovi certe chicche?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ç_ç
      E' meraviglioso!

      Ahaha, guarda, uso LISTOPIA di Goodreads o scavo tramite aNobii.. Un po' a casaccio, solitamente riesco a trovare qualcosa di buono come in questo caso!! :D

      Elimina
  2. lo leggerò..adoro questo genere di libri..presto giuro..prima eddings e la howkins

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è tuo dovere leggerlo! Poi mi fai sapere!! :D

      Elimina
  3. La cover è davvero carina :)

    Mi ricorda la serie di E.D. Baker dedicata alla principessa ranocchio, il primo volume in Italia si intitola "Incantesimi, baci, ranocchi & principesse" e mi è piaciuto tantissimo, quando ero più piccola... ma credo che potrebbe piacermi anche ora ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^^ Mi ha colpito per quello, infatti! E per il titolo.. :D

      E sulla serie di Baker mi hai messo curiosità! Ora cerco e spulcio!!!!! :)

      Elimina
  4. A vedere le saghe che non arrivano da noi viene da piangere ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piangiamo insieme?
      Io ho pronta la scorta di fazzoletti!!

      Elimina
  5. Troppo bella questa recensione...sapevo che questo libro si sarebbe rivelato una chicca...mi aveva colpito immediatamente nel tuo post sugli acquisti ^-^ la cover è carinissima :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :') grazie Monia ♥
      Sììì è un amore!!! titolo e copertina mi hanno conquistata, infatti! ç_ç

      Elimina