mercoledì 31 luglio 2013

The summer I became a nerd - Leah Rae Miller

IL LIBRO IN PILLOLE: Delizioso!!




Grazie Jacqueline per avermi fatto scoprire questo libro!!!

*Sento che questa più che una recensione sarà un insieme di chitchat organizzato alla "come vié vié.. Il caldo, senza dubbio*

Cinque super stelle perché, anche se non è un libro che mi porterei nella tomba o che diventerà il mio preferito (scusami Leah Rae Miller :3 Niente di personale, ma il mio cuore è già parecchio intasato :DD), mi ha divertito, mi ha fatto passare qualche ora in allegria e soprattutto mi cita più e più volte Star Wars.. Come resistere?!
Ecco appunto, non si può :D
Ho letto il libro in poche ore (anche se non tutte attaccate eh eh eh :D
Sì, ogni tanto la vita mi richiama all'ordine e devo lasciare la mia tana, senza considerare che fa troppo caldo anche solo per leggere.. E ciò è drammatico, perché mi ritrovavo a fissare il soffitto con il Kindle vicino, accenderlo, subire un vile attacco da parte delle mie palpebre che decidevano arbitrariamente di doversi chiudere e quindi la necessità di abbandonare la missione.
Dicevamo, è un libro che si legge in pochissimo tempo ma il suo effetto benefico durerà per un po', me lo sento!!
Ho attraversato anche io la fase manga tra i 16/20 anni, poi me la sono fatta largo circa passare per la troppa pigrizia (sì, leggere tutti i fumetti dei personaggi è davvero stressante, ho accumulato volumi su volumi di manga non letti.. Fino a che ho capito che non potevo continuare ad arricchire il proprietario della fumetteria in questo modo così scandaloso), non credo di potermi definire nerd al cento per cento però insomma un buon 75% non me lo toglie nessuno :D
Chi non vorrebbe una protagonista nerd in un libro? Chi? Chi? Esatto! Tutti la vorremmo! VERO? E quindi non mi resta che prendere questo libro e gustarvelo :D
Al di là dell'elemento nerd, dei fumetti, di Star Wars e del gioco di ruolo più intrippante nella storia dei giochi di ruolo, il libro è divertentissimo.. Mi ha fatto fare un sacco di risate!
Logan poi è così Aaaaaw ♥! Non tanto per il suo aspetto fisico, che non credo venga descritto così approfonditamente.. Ma più che altro perché è super tenero e super carino e super.. E vabbé, super, dai :D
Ovviamente la storia segue il percorso Si piacciono - lei/lui faranno una cavolata che li allontanerà - i due si ritrovano MA! AH! C'è un grande MA. Il modo in cui Maddie (sì, è lei a combinare il casino questa volta :DD) cercherà di riprendersi Logan e dimostrargli quanto ci tiene a lui è bellissimo e sorprendente. Davvero davvero notevole!! Ahahaha, mi ha fatto riderissimo in certi punti.. Insomma, nessun ragazzo avrebbe potuto resistere a quello che Maddie organizza per Logan, davvero!
Come ho accennato prima.. Il gioco di ruolo è qualcosa di WOW. Mi è presa voglia di trovarne immediatamente uno in atto e partecipare.. All'inizio non ho capito niente, ma pian piano l'autrice spiega tutto ed è fenomenale *_*
Solo per l'esistenza di ciò mi viene voglia di diventare una nerd al 100% e lasciare stare tutte le mondanità inutili come mangiare, lavarsi, vedere altra gente... :DD
no, non prendetemi troppo sul serio, soprattutto sulla parte del lavarsi. E del mangiare xD

Se dentro di voi alberga un po' di spirito nerd, se volete farvi due risate e passare alcune ore in allegria.. E' il libro che fa per voi!!

It’s just a notebook where I keep all my thoughts about the books I read, but to me it’s a treasure trove of secret identities, quotes, and life lessons only superhumans can teach.

Due to unprecedented demand, The Super Ones #400 is currently out of stock. Your copy will be shipped in 5-7 weeks. We apologize for the inconvenience. They apologize? Are they kidding?! I can’t wait five to seven weeks. I must know now!

I’ve been at it for five years now. Not having anyone to geek out with over the latest superhero movie (other than my brother, but he doesn’t count), having to hold my tongue about all my fandoms, making a mad dash to hide all nerdy evidence every time a friend shows up at my house unannounced… I’m in a constant state of “no one can know,” and it sucks.

Not that I’m stalking him or anything. He has really nice eyes, though.

That was incredible! No, it was amazing! Incredizing? Amazible? Whatever. It was awesome,

It’s not a big town, but we do have a Chili’s and a Wal-Mart.

“So, everyone’s safe, and no one is going nowhere.” Instead of correcting her on her double negative, I just rub my upper arm. Terra is one of those people who likes to emphasize her words with hand gestures, but once she gets a drink or two in her, she becomes one of those people who smack you in the arm to get their point across.

Eric’s too busy winning at giant beer pong—seriously, how hard can it be for a quarterback to toss a football into a five gallon bucket?—to

I’m a nerd hidden inside a popular girl’s body, and the only person that can help me right now is someone I’ve hardly even acknowledged for fear of social ruin.

“I’ll just run up and get your book,” I say. “Don’t worry about it. I’ll get it later.” “But aren’t you ready to read it?” “Yeah, but I can wait. You look nice tonight, by the way.” He clears his throat. Even in the barely there light, I can see his ears turn red. Is blushing contagious? Because my cheeks start to burn. “Thanks, and thanks for the ride.” “Any time.”

Mom sighs. “Ah, to be young again. Nothing to do but hang out and go swimming.” I grab my plate and put it in the dishwasher. “It’s a tough life, but someone has to live it.”

I end up on the floor surrounded by comic books, having opened the nearest box and rifled through it. I could seriously live here. All I would need is some water and maybe some of that dehydrated astronaut food.

I have to tell you I’ve had pretty much the best day ever, and I have a feeling someone out there helped make it that way. She probably doesn’t want me to say her name on air, but I am going to say thanks. Thanks, Wonderful Wendy.” My stomach flutters. He has to be talking about me. Wonderful Wendy was the name of a five-issue storyline in The Super Ones where The Bright Frenzy was introduced. He knows I’ll get the reference.

“Dude! So not smooth, man! Girls cannot stand rudeness,” Dan yells from the back room. There’s a few moments of stunned silence before Logan and I both burst into laughter. He has the best laugh, by the way. It’s unabashedly loud,

But the more I think about it, the more I realize nobody would know. I mean, the only people at my school I can think of that might show up are the role-playing guys from the band room, and there’s no way they’d pay any attention to me with a bunch of Princess Leias in gold bikinis walking around. Maybe it’d be safer than I think?

When we get to the door, there’s a big gray rock in the middle of the welcome mat. “Locked out again, Leeloo?” Logan bends down to pet the rock. It turns and snorts, and I realize it’s not a rock at all, but a very fat pug. It’s face is all smooshed in except for its eyes, which bulge.

“Let’s see.” I can feel my face warming up, but I can’t stop smiling. What is he going to dare me to do? I know what Eric would dare me. It’d probably be something inappropriate. What would I do if Logan dared me to kiss him? “I dare you to…” He pauses, and I want him to say it. I want him to want a kiss, because I realize I’d do it so fast it’d make his head spin. “I dare you to do your happy dance,” he says instead. “Happy dance?” “Come on, everyone has a happy dance.”

How could I ever have considered this? I have no idea how to play this game. What if my character gets killed? In the first game, no less? I’ll be the dumbest nerd who ever nerded.

I walk up to the medieval-looking front door and debate what to do. There’s a metal knocker hanging from a tiger’s nose, and there’s a doorbell. I choose the knocker because when will I ever again get to use a tiger’s nose ring to announce my presence?

Inside, Dan stands on a winding staircase to my left, and in front of me is a uniquely decorated living room. A deer’s head is mounted over the brick fireplace. A bear in an I’m-going-to-rip-your-face-off stance takes up the far corner. One wall is covered in various stuffed fish. “Your dad likes to hunt, huh?” I ask. “Nope. He’s a taxidermist. Those are all things people requested to be done but never paid for.”

“That’s it?” Ro slaps the back of my chair. “That’s all you’re going to do to her? If I’d done all this, you guys would have locked me in the basement.” “That’s ridiculous, Roland,” Mom says. “This is Louisiana, we don’t have basements because of the water level.”
==========

It’s a fact of life: you can’t make everyone happy. But you can make you happy.”

Has that other part of me been trying to break through because deep down I know I’ll never be happy until… Until what? Until I’m able to freely discuss who I think would win in a battle between Darth Vader and Lord Voldemort? (The answer obviously being Lord Voldemort. He’d Avada Kadavra Vader way before Vader could even think about the force choke move.)

Everyone hates the lizardmen, and everyone loves the centaurs which isn’t very fair, in my opinion. Then again, the lizardmen apparently lick their own eyeballs. Whereas the centaurs grant wishes.

But New Me snaps at Old Me like a master Jedi would a young Padowan who just used the force to bring the TV remote to him.

I’m a geeky badass, and I’m loving it.

“You really like this boy, don’t you?” I stare out the window into the gray morning as I chew. Do I “really like” him? Is that the right way to put it? I’ve only known him for the summer technically, but “really like” doesn’t seem to encompass it. If you “really like” someone, do they insist on invading your every thought? Does just saying their name make goose bumps rise on your arms? Do you contemplate how many freckles your children will have? “Yeah, I really like him.” Mom would definitely freak out if I told her how I actually feel.

I’ve also been thinking of making a costume for next year’s NerdCon. Maybe Princess Leia when she was captured by Jabba the—”

“I think I get the message, but I can’t be sure, really. Maybe you should tell me again.” And that’s how I ended up making out with the love of my life in the storeroom of a comic shop where, it turns out, heaven really can be found. Oh crap, did I just say “love”? Yes, yes, I did.



Trama On the outside, seventeen-year-old Madelyne Summers looks like your typical blond cheerleader—perky, popular, and dating the star quarterback. But inside, Maddie spends more time agonizing over what will happen in the next issue of her favorite comic book than planning pep rallies with her squad. That she’s a nerd hiding in a popular girl's body isn’t just unknown, it's anti-known. And she needs to keep it that way. Summer is the only time Maddie lets her real self out to play, but when she slips up and the adorkable guy behind the local comic shop’s counter uncovers her secret, she’s busted. Before she can shake a pom-pom, Maddie’s whisked into Logan’s world of comic conventions, live-action role-playing, and first-person-shooter video games. And she loves it. But the more she denies who she really is, the deeper her lies become…and the more she risks losing Logan forever.

domenica 28 luglio 2013

Cretinanza portami via!

No, ok, lo so che in realtà dovrei mostrare un minimo di serietà e non far cadere il blog nell'oblio dell'idiozia.. Ma poi ho visto quest'immagine.. E niente AHAHAHAHAHAAHAHAHAH





Pictures



**Promesso, la smetto di comunicare solo ed esclusivamente tramite immagini.. Ho una mezza iniziativa in cantiere, ma è, appunto, in cantiere. Sto dando razionalmente la colpa al caldo, in realtà sono solo estremamente pigra!!**

venerdì 26 luglio 2013

La versione di Barney - Mordecai Richler (recensioni rispolverate)

IL LIBRO IN PILLOLE: Resistete alle prime cento pagine!!




E ora che mi è toccato farmi mettere un'anca in vera plastica, non sono nemmeno più biodegradabile. Gli ambientalisti mi negheranno il diritto alla sepoltura.
La prima volta con Barney è stato odio puro, mescolato a un forte tedio e insofferenza.. Ero convinta di essere arrivata almeno a pagina cento e di aver poi abbandonato il tutto.. Ma i fatti citati in quelle pagine mi erano del tutto oscuri, quindi ne ho dedotto di aver mollato ben prima..
Il mio consiglio per chi si appresta a leggere Barney (e ne ha sentito di tutti i colori), di tener duro per le prime 50/80 pagine: sono un po' noiose, con taaaanti nomi e assolutamente dispersive.
Appena però si entra nella testa di Barney, coi i suoi mestoli e i Sette nani, non è più possibile staccarsene. Io mi accorgevo, nei momenti in cui ero impossibilitata a leggere, vuoi perché ero in giro o perché ero troppo stanca, che Barney mi mancava quasi fosse una persona reale.. Quasi lui fosse la mia Miriam.
Superficialmente, Barney è cattivo, stronzo, scorretto, un ubriacone.. Ma leggendo di lui, si scopre il suo lato tenero, dolce, malinconico e ferito. Il tutto ovviamente condito di un'ironia che non ritenevo quasi possibile esistere.. Sorprendente!
La seconda signora Panowski è un personaggio fenomenale: ho adorato letteralmente i sogni che la mattina raccontava al marito, preso dal leggere il giornale sportivo sui suoi amati Canadiens ("Stai leggendo il giornale!"), ma soprattutto le sue chiamate alla mamma. Lì mi ha fatto morire, penso che le avrò rilette almeno tre volte!!
Averlo ripreso in mano, finito e apprezzato mi dà un tale senso di benessere e felicità.. ç_ç
Barney, grazie!!

**Letto a dicembre 2011**

mercoledì 24 luglio 2013

Compralo un libro, no?! Per la serie "i libri prenderanno possesso della tua camera!"


Ebbene sì! 
La tentazione di  comprare/accumulare/possedere libri è come una malattia cronica.. Torna sempre! E quindi queste adorabili 15 nuove creature hanno fatto il loro ingresso nella mia tana.. Aaaaw! 
Dove li metterò? Un problema alla volta! Si trova sempre un rifugio per dei poveri orfanelli libreschi.. Al massimo cedo loro il mio letto!!

Rullo di tamburo e.. Ecco le guest star!!


1) The cuckoo's calling - Robert Galbraith (Quando la Rowling chiama.. Serena risponde!! Zia Row, IO TI AMO. IO TI VENERO. Sappilo!)
2) Shadowhunter. La principessa - Cassandra Clare (Non potevo davvero esimermi!)
3) Drona. La città ideale - Sereba Fiandro (Gentile omaggio della casa editrice. Grazie Lorenzo!! )




4) Le brave ragazze non lo fanno - Victoria Dahl (la HM mi ha mandato il secondo, dovevo avere il primo!)
5) Le brave ragazze sognano l'abito bianco - Victoria Dahl (Grazie di cuore, HM!)
6) Peccato originale. L'innocenza - Tifany Reisz (l'ho comprato perché con ogni N&C regalavano un volume della collana Live.. Ma ho letto solo recensioni positive, quindi sono soddisfatta del doppio vantaggio!)



7) Lovebook/ Il teorema del tempo perso - Simona Sparaco (Idem come sopra. In più volevo leggere la Sparaco, finalista del premio Strega.. Ma non il libro per cui è arrivata in finale. Sì, mente contorta a go-go!)
8) Mrs Parkington - Louis Bromfield (ho visto la copertina e l'ho adorata, ma il titolo l'ho letto "Mrs. Parkinson" e quindi non potevo esimermi dal comprarlo ahahah!)
9) I wished for you - Amy Huberman (vinto ad un giveaway su Goodreads!!! *_*)



10) Il profeta - Kahlil Gibran (con l'acquisto di un N&C ne davano uno della collana Live. Ecco spiegati i N&C precedenti e questi tre titoli, che probabilmente da sola non avrei mai comprato :D)
11) Sherlock holmes. Uno studio in rosso. Arthur Conan Doyle
12) Cuore di cane - Michail Bulgakov



13) Ten big ones - Janet Evanovich (Finora li ho comprati tutti in cofanetto, mi mancava solo questo e il dodicesimo.. E poco importa che io stia ancora al quarto, devo averli!! :D)
14) The lies of Locke Lamora - Scott Lynch (ce l'ho in italiano e in lettura e lo sto letteralmente amando.. Siccome il secondo in italiano non si trova, li ho comprati in inglese, perché so già che diventerà una delle mie serie preferite!!)
15) Red seas under red skies - Scott Lynch (aaaw)


Incredibile come qualche creatura libresca possa cambiare la giornata.. La mia felicità e voglia di vivere sono tangibili, giuro!!!!

martedì 23 luglio 2013

Top ten

Top Ten Words/Topics That Will Make You NOT pick up a book

Dieci temi/argomenti che NON mi fanno scegliere un libro.. MmMM.. Questa settimana è difficile, sono di bocca buona.. :DD
Vediamo un po':

1) VAMPIRI: sì, sono una razzista e sono prevenuta. Ma dopo "Twilight" riuscire a trovare un libro che ne parli in modo originale e in cui la figura del vampiro non sia quella di un essere privo degli istinti tipicamente "vampireschi" mi sembra molto Mission Impossible 8 (A che Mission impossible siamo arrivati, tra parentesi?!) 
Certo, ci sono delle eccezioni, ma di certo non vado a caparmele.. Se arriva un consiglio o una recensione che mi convince è fatta, sennò solitamente evito!


2)  SECONDA GUERRA MONDIALE: Sì, questo dipende dalla mia insofferenza nei confronti della storia (ho pure ricevuto la cazziata di un'amica perché: "Come fai a non essere interessata a come siamo arrivati a questo punto?!". Sì, lei ha ragionissima, ma io non riesco proprio a farmela piacere!), e di questo periodo in particolare.. Ecco da dove nasce il mio timore nel leggere "Il cavaliere d'inverno", la parte storica mi scoraggia!

3) AUTORI NORDICI: Mi rendo conto che non si può fare di tutta un'erba un fascio (Anche perché ho
adorato il libro di Lindqvist che è svedese..), però dopo il successo di Larsson sembra che i paesi del nord non abbiano fatto altro che produrre scrittori acclamati e di successo. 
E poi niente, ho letto le prime sessanta pagine di "Uomini che odiano le donne" (perché se non lo avevi letto eri un perdente xD) e la noia e il fastidio sono stati i miei compagni di viaggio.. Dopo averlo abbandonato senza remore, mi sono detto che evidentemente non facevano per me! :D

4) FILOSOFIA: ok, questa proprio non fa per me!! Sarà che a scuola la mia professoressa era una povera idiota mentecatta? Mmm.. Ok, però diamo a Cesare quel che è di Cesare.. parte della responsabilità è mia :D Non riesco proprio a trovare input di interesse xD
E non ho trovato mai nemmeno l'interesse nel studiarla, figuriamoci!!


5) AUTORI SUDAMERICANI: non so se è per il mio essere cinica fino
alla morte o per avere i piedi ben piantati a terra.. Ma tutta la faccenda del realismo magico, annessi e connessi mi fa entrare nello stato comatoso da cui uscirne è quasi impossibile.. "La casa degli spiriti" della Allende è uno dei miei fallimenti libreschi più eclatante: forse ho resistito 15 pagine tutte e tre le volte che ci ho provato.. "Cent'anni di solitudine" credo di averlo finito, ma che sofferenza! Anche qui ci sono delle eccezioni che ho apprezzato ("Donne dagli occhi grandi", per esempio!), ma se posso evito XD

6) OLOCAUSTO/NAZISMO ANNESSI E CONNESSI: Ok, storia lunga, non sto qui a tediarvi.. Ma il mio interesse per la materia è sotto lo zero. Ma tanto sotto.

Ok, credo che i miei pregiudizi e i miei "no grazie, stavolta passo" siano questi.. L'avevo detto che sono di bocca buona :DD

lunedì 22 luglio 2013

Harry Potter e l'ordine della fenice - J.K. Rowling (Più che recensione, pensieri random da adoratrice seriale)



Mi sono sempre detta che il mio preferito fra tutti era il terzo; si vede che non ho letto con sufficiente attenzione il quinto le altre volte perché non vedo come sia possibile non assegnargli il primo posto.

Questo libro è così intenso, così meravigliosamente doloroso, così perfetto, così tanto.. Ho riso, ho pianto, ho avuto il magone, mi ha fatto svuotare il cervello al momento di maggiore necessità, mi ha fatto evadere dalla realtà, mi ha fatto male fisicamente.
E poco importa che io abbia letto il libro almeno altre quattro volte, che sapessi benissimo come sarebbe andata a finire (ma dentro di me, una piccola speranza che questa volte le cose sarebbero state diverse non si è mai arresa): il libro è un vortice di emozioni che poche volte ho avuto la fortuna e l'onore di provare..
Le ultime 150 pagine sono intensissime, qualcosa di straordinario e ad un certo punto ho avuto una stretta allo stomaco tale che ho dovuto interrompere la lettura per un po'..

Il mondo è bello perché esistono persone come la Rowling, ecco la verità :')

Ora che ho espresso il mio amore totale e la mia dedizione assoluta al mio idolo, vado a chiudermi nel silenzio del dolore per la morte di Sirius, che, come tutte le altre volte, mi ha colpito con violenza, quasi fosse stato un mio amico. Ma che dico, lui è mio amico. Cattiva Zia Row, questa volta te l'avevo chiesto gentilmente di risparmiarlo!! *Lacrime amare*


**La recensione è quella che è perché non sarei in grado di scrivere altro, tanto che questo libro è l'unico della serie che ho recensito finora.. Ma sento che glielo dovevo alla Rowling, a Harry, a Sirius, a tutti loro**

venerdì 19 luglio 2013

Comple-gift di Mel! (e giveaway già attivi!)

Uso quelle poche energie che ho a disposizione per creare un post utile.. :D
promesso che dalla prossima settimana torno alla vecchia me!
Mel di The bookshelf il 25 compie gli anni e ha organizzato insieme alla consocia Mys uno splendido giveway sul loro blog!!
Visto che il post fa morire come al solito e io sono divorata dalla dea della pigrizia, vi rimando a loro per maggiori info!
(Sappiate che ci sono sei diversi libri cartacei in palio però! u.u)

CLICCATE SUL BANNER:

Visto che ci sono, vi segnalo altri giveaway in atto:

Whisper - Stiefvater sul blog "Dreaming fantasy"
 

"Sudden storm - Cilli sul blog "Libri da favola"
 

"La promessa del leone" Cilli sul blog "Dreaming land"

giovedì 18 luglio 2013

Liebster award ANARCHICO! :D

Salve!!
Ho vinto due premi per il Liebster award.. Grazie xbrokenarrow e Butterflyeffect!!
Il premio lo conoscete tutti, ma siccome mi piace essere anarchica e fare la pecora nera controcorrente (povera, nera e pure controcorrente! :D), ho deciso di farlo a modo mio.. Ovvero risponderò solo alle domande, perché sono una vanitosa pronta a parlare di me :DD

Let's go!

-xbrokenarrow

1) Com'è nato il tuo blog? 
Sono registrata ad aNobii da quattro anni, un sito a dir poco fondamentale per le mie letture, le mie scoperte, le mie condivisioni e i miei appunti.. Però.. Però è un sito in cui ogni utente ha la stessa pagina, il massimo di personalizzazione che si può fare è l'avatar e il nickname.. E se sei davvero ribelle, cambiare l'ordine dello 'scaffale' (aggiunto dal più recente, dal più vecchio, ordina A-Z, ordine Z-A ecc ecc). Volevo una cosa più mia, ecco!!

2) Ed il suo nome?
Il nome originale del vecchio blog era "Colour outside the lines", perché è una frase che mi ha sempre messo allegria e che in qualche modo mi rappresenta.. Poi però non essendo un nome sufficientemente libresco, l'ho cambiato con "Attraverso i libri e quel che Serena vi trovò", con riferimento/omaggio a Lewis Carroll e il suo "Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò".
Il nuovo blog nasce come "Serena ricomincia da qui" perché è un nuovo inizio (per molte cose), ma non essendo anche lui attinente ai libri, sono tornata a "Attraverso i libri e quel che Serena vi trovò"!

3) Come ti definiresti?
Umm. Insofferente. Incostante. Pigra.
E poi dicono che non so far autocritica!! :D

4) Uno dei libri più belli letti di recente? 
Ok, la risposta la sappiamo tutti.. "Fangirl", AHAHAHAHA!
Per un pizzico di originalità, "The ocean at the end of the lane", Gaiman!!

5) Mare o montagna?
Città dell'estero!!

6) Estate o inverno?
Quando non fa né troppo freddo né troppo caldo. Mi va bene aprile, dai! Che guarda caso è il mese del mio compleanno :D

7) Preferisci i cibi salati o quelli dolci? 
Sono una mangiatrice di dolci seriale. Datemi un dolce e sarò vostra!

 8) Leggi in lingua? 
La mia salvezza! Non so cosa farei senza i libri in lingua, che spesso mi costano meno di quelli in italiano, per giunta!
E poi l'inglese è così bello e poetico ç_ç

9) Quanto leggi, in media, in un mese? 
Il mio minimo storico è stato giugno, con 11 libri.. Anche se credo che a luglio se arriverò a dieci sarà per grazia divina.. Solitamente una ventina! :D

10) Hai altre passioni? 
Quando ho i miei momenti sì, sono abbastanza creativa. Peccato che poi entri la mia incostanza a rovinare tutto.. :D
Però faccio un sacco di dolci :DD

11) Ti piace vedere la trasposizione dei libri a film?
No. Solitamente rovinano tutto.. Vedo comunque il film perché la speranza è l'ultima a morire.. Ma rimango spesso con un "Meh. Perché non ho speso in libri i soldi del cinema?!"

----

-Butterflyeffect

1-Scegli un personaggio del libro che stai leggendo che prenderesti volentieri a padellate in testa! 
Questa è facile.. Sto leggendo "Harry Potter e l'ordine della fenice", quindi ad occhi chiusi dico.. Harry! HAA! Vi aspettavate la Umbridge, eh? :D Effettivamente lei se lo meriterebbe a prescindere, ma era troppo scontata.. Harry.. Vorrei farlo rinsavire prima che sia troppo tardi, ho il magone, giuro!!

2-Quale libro ti ricorda di più la tua vita? 
Ora posso dirlo senza dubbi! "Fangirl"!! Cath sono io.. Largo circa! :D

3-Se potessi scegliere, di quale libro dirigeresti la trasposizione cinematografica? 
Credo non mi prenderei la responsabilità di rovinare un libro meraviglioso *_*

4- Copertina rigida o brossura?
Rigida *_*

5-Se c'è, qual è la tua casa editrice preferita? 
Non ce l'ho amo tutti e tutte! :DD

6- Libreria preferita? 
Feltrinelli nel cuore.. Anche se compro quasi sempre su Amazon!

7-Cosa ti spinge a comprare un libro? 
Copertina o pareri di gente di cui mi fido. Raramente leggo tutta la trama (o anche parte di essa xD)

8-Interrompi spesso i libri a metà? 
Se mi annoio e vedo che sto perdendo il mio tempo.. Sì! Troppi bei libri per buttare il mio tempo prezioso!!

9- Riesci a leggere più libri in contemporanea?
Ahahaha, ora come ora, NON potrei non leggerne più di uno insieme!
mi aggiro sui 3/4, il mio massimo è stato dieci xD

 10- Se avessi la possibilità di vivere in un libro, quale sceglieresti? 
Vorrei essere a fianco di Artemis Fowl ç-ç

11- Che tipo di cover attira la tua attenzione?
Eh.. Bella domanda!! Visto che è uno dei criteri per cui compro il libro.. xD non saprei, devo essere sincera.. Ma ho un debole per quelle a sfondo nero :D



...
Se siete arrivati fin qui senza saltare nemmeno una domanda.. Complimenti, avete vinto una caramella! SE avete saltato.. Avete fatto bene ahahhahaha!!
come dicevo, il post è anarchico, quindi non ritaggo nessuno.. I blog che seguo assiduamente e che stimo lo sanno già, senza un premio!! :D

Cheers!

Nuova blogger in pista!!

Buongiorno ragazzi!
Notizia bomba (di cui ho l'anteprima assoluta, era nel contratto =P) : la dolce ..Mary.. si è decisa e ha un blog tutto suo!! Da 'semplice' spettatrice e commentatrice.. Ha deciso di buttarsi nella mischia con noi!

Il blog è Il sogno di una lettrice.. Accorrete numerosi!! :D



lunedì 15 luglio 2013

Avevano spento anche la luna - Ruta Sepetys (recensioni rispolverate)

IL LIBRO IN PILLOLE: Straziante, dolorosamente necessario




**Forse ci sono alcuni spoiler, chiedo venia!**

Vi siete mai chiesti quanto vale una vita umana? Quella mattina la vita di mio fratello valeva un orologio da taschino.

Dare un voto in realtà a questo libro mi sembra piuttosto sbagliato, è una storia invalutabile.. Il voto estremamente positivo è dato dalla narrazione della Sepetys, incalzante, scorrevole e perfetta.
E' un libro che mi ha straziato il cuore e mi ha fatto apprezzare tutte le cose che do per scontate: dignità, il vivere in un paese libero, il non sapere cosa voglia dire avere fame.. Mi ha fatto capire che i 'problemi' che affronto giorno per giorno sono nulla e le mie lamentele sulle storture che incontro del tutto fuori luogo.
Solitamente quando si parla di DEPORTAZIONE il primo pensiero che viene in mente sono gli ebrei con Hitler.. Bene, Stalin ha deportato circa venti milioni tra lituani, lettoni, estoni e finlandesi in zone che dire ostili è poco, ma la cosa è assai meno conosciuta.. Un'ulteriore ingiustizia per queste povere anime strappate da casa loro e trattati alla stregua di animali se non peggio..

Mi immaginai un tappeto che veniva sollevato e un’enorme scopa sovietica che ci spazzava sotto.

La Sepetys, figlia di un sopravvissuto a tali orrori, ha compiuto un inestimabile lavoro di ricerca e nelle ultime pagine scrive:

Ho fatto due viaggi in Lituania per fare ricerche per questo libro. Ho incontrato parenti, sopravvissuti alle deportazioni, superstiti dei gulag, psicologi, storici e funzionari governativi. Molti dei fatti e delle situazioni che descrivo nel romanzo sono esperienze che mi hanno raccontato i sopravvissuti e i loro familiari, esperienze condivise, a detta loro, da molti deportati in Siberia.

Grazie. Grazie per questa testimonianza importante.. Non bisognerebbe MAI dimenticare cose del genere, a monito per il futuro..
 Mentre leggevo, la mia fiducia nel genere umano crollava a precipizio pagina dopo pagina. Come si può anche solo pensare di trattare altri esseri umani in questo modo? La cosa peggiore non è stata la deportazione in sè o la costrizione ai lavori forzati in condizioni infime.. No, è stata la soddisfazione e la goduria delle guardie sovietiche a prevalicare su donne, vecchi e bambini indifesi e ad insultarli senza ragione che mi ha fatto venire la pelle d'oca e tanta voglia di piangere..

«Ma come fanno a decidere che siamo animali? Non ci conoscono neanche», dissi. «Noi conosciamo noi stessi», rispose la mamma. «Loro si sbagliano. E non permettere mai che ti convincano del contrario. Hai capito?» Annuii, ma sapevo che qualcuno se ne era già convinto. Li vedevo farsi piccoli davanti alle guardie, i volti senza speranza. I russi si erano fermati ad aspettare. Una donna sulla lista stava partorendo. Non appena fosse stato tagliato il cordone ombelicale, avrebbero gettato lei e suo figlio sul camion.

L'autrice ha costruito dei personaggi magistrali: - Lina, la voce narrante è una ragazza di 16 anni al momento di essere deportata.. E' un'artista e vuole far arrivare i suoi disegni al padre, deportato lontano dal resto della famiglia.. Sa quello che vuole e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno.. Una ragazza coraggiosa che combatte nonostante più e più volte sarebbe stato ben più facile mollare tutto:

Io volevo la vita. Volevo sopravvivere. In parte mi sentivo in colpa. Era egoista desiderare vivere anche se i miei genitori non c’erano più? Era egoista avere desideri oltre al fatto che la mia famiglia fosse insieme?

Il suo racconto e il suo combattere sono un inno alla vita, e l'ho veramente stimata tantissimo..
- Elena, la mamma di Lina e Jonas: ecco, se c'è un esempio di eroina nel vero senso della parola, questa è lei. Pronta a dividere i suoi averi non solo con i propri figli, ma anche con tutti gli altri sventurati che si trovano con lei.. Riesce ad aiutare tutti, bene o male, ha sempre un sorriso sulle labbra e pronta a incoraggiare chiunque si perda d'animo.. Quando è morta mi ha pianto il cuore, giuro!!

La speranza, come l’ossigeno, la faceva andare avanti.

In particolare, ella sembra essere l'unica che riesce ad essere gentile (e sopportare) Stalas, l'uomo calvo che rende il loro incubo ancora più un calvario.. Non ha parole gentili per nessuno, non vede altro che il buio, è scorbutico e si aspetta sempre la compassione degli altri. Anche se alla fine mi ha intenerito anche lui:

Il calvo si chinò sulla mamma e le infilò in mano la sua razione.

Questo piccolo gesto, quando Elena sta per morire è di un tenero.. :')
- Jonas, il fratellino 11enne di Lina: un povero cucciolo costretto a crescere di fronte all'orrore in cui è immerso; stella lui, insieme agli altri migliaia di bambini innocenti.. Costretto a lavorare, pensare e agire come un adulto.. Se la cava egregiamente, nonostante l'infanzia rubata..
- Andrius, forte e generoso, deve assistere impotente al fatto che la madre si prostituisca con le guardie sovietiche per rimanere al suo fianco. La sua storia d'amore con Lina è stata l'arcobaleno dopo un temporale: che tenerezza, che dolcezza, quanto amore..

«Guardami», sussurrò Andrius avvicinandosi. «Ci rivedre mo», disse. «Pensa solo a questo.» «Andrius, sono... spaventata.» Lui si fermò e si voltò verso di me. «No. Non devi esserlo. Non devi concedergli niente, Lina, nemmeno la tua paura.»

 L'ultima parte, quella ambientata nell'estremo Nord della Siberia, è agghiacciante: la gente inizia a morire come mosche, ci sono bufere che fiaccano gli spiriti e i corpi dei sopravvissuti, lavoro duro per permettere ai sovietici di stare al caldo e mangiare a sazietà.. Disgustoso, non ho altre parole!
L'arrivo del Dottor Samodurov (tralaltro un personaggio realmente esistito), apre una piccola speranza per i disgraziati, che ricevono cibo e cure (ma non la possibilità della libertà..)

La sua mano si mosse velocemente verso di me. Io sollevai i palmi per proteggermi. «Sono il dottor Samodurov.» Aveva teso la mano per stringere la mia. «Dottor Samodurov, come ha fatto a trovarci?» gli chiesi. «Nikolaj Kretzskij», fu la sua unica risposta.

E qui credo sia d'obbligo spendere due parole su Kretzskij: io ho sempre avuto fiducia in lui :') ho sempre visto il 'buono', se così possiamo definirlo, nascosto nella sua anima.. E sì, anche lui alla fine pur con la sua crudeltà, con il suo divertirsi a spese dei prigionieri , mi ha fatto una grande tenerezza:

Vattene. Ti odio. Mi hai sentito? TI ODIO!» Kretzskij fissò la mamma. «Anch’io», disse.

Una persona derelitta con i suoi stessi demoni, che odia sé stesso tanto quanto gli altri odiano lui.. che deve sottostare ad ordini imposti da Capitani odiosi ma che nel suo piccolo (anche se male), cerca di aiutare Elena prima e Lina poi.. La comparsa del dottore.. Beh, wow :')
Mi ha commosso anche la facilità con cui la gente disperata aiuti Lina a farla passare inosservata mentre porta un gufo morto per poterlo mangiare con i suoi compagni:

Non chiesero nulla. Erano felici di aiutare qualcuno, di riuscire a ottenere qualcosa, anche se non era a loro beneficio.

Una delle citazioni più belle che ho raccolto da questo libro:

 Piantai un seme di odio nel mio cuore. Giurai che sarebbe cresciuto fino a diventare un albero imponente.

Leggetelo.. Leggete questo libro che vi strazia il cuore..

**Letto a dicembre 2012**