venerdì 17 ottobre 2014

La ragazza con l'orecchino di perla - Tracy Chevalier

IL LIBRO IN PILLOLE: Non mi ha entusiasmato fino in fondo :(



Il romanzo, appena uscito, ha alzato un polverone enorme che mi ha tenuta a debita distanza.. Sempre pensato che non facesse per me e che mi avrebbe tediato a morte; avrei continuato felice per la mia strada senonché: al mercatino mi imbatto sempre nei romanzi della Chevalier e mi chiamano come le Sirene con  Ulisse; il romanzo è stato scelto come lettura di ottobre in un gruppo che frequento e ho deciso di buttarmi (è anche breve!).
Che dire.. Non mi è dispiaciuto, ma non ha nemmeno fatto breccia nel mio cuore tanto da venir considerato il "Romanzo che salverà il mondo dalla perdizione in cui siamo finiti".
Caruccio, dai! :D
Il problema principale è che, una volta finito, non ho sentito nessun senso di vuoto e la storia scivola via silenziosa.
Una cosa mi è davvero piaciuta, devo esser sincera: quando Griet descriveva i quadri che Vermeer stava dipingendo mi ha entusiasmato andarli a cercare su internet, vederli con mano e sentirmi complice dell'artista e di Griet, proprio come se fossi stata presente anche io.. Ho riconosciuto gli elementi che sono stati aggiunti, tolti, modificati e soprattutto la mantellina giallo canarino che passa di quadro in quadro.. Ecco, su questo punto mi ha colpito e speravo sempre di trovare nuovi quadri per studiarli.. :3
Vermeer mi ha fatto un po' di antipatia.. E prendila una tua posizione, vigliacco! Tipico degli uomini non assumersi responsabilità =P
La storia scorre però in modo troppo piatto, non c'è suspense né una svolta improvvisa.. La scrittura della Chavalier non è male, ma nemmeno brilla: insomma, un libro medio per qualche ora di distrazione, ma nulla di eccezionale.

Leggerò altro della Chevalier? Mmm.. Speravo che la lettura di questo libro mi avrebbe sbloccato in un senso o nell'altro, ma sono ancora incastrata in questa impasse: al momento propendo per il no, non leggerò altro.. Però c'è quel pizzico di curiosità che non si quieta.. Se avete suggerimenti su un'altra sua opera che mi faccia provare qualche emozione in più rispetto a "La ragazza con l'orecchino di perla".. ditemi!

8 commenti:

  1. Ho letto La ragazza con l'orecchino di perla anni fa. Tanti anni fa. In viaggio.
    Mi era piaciuto, mi aveva emozionata: ho trovato straordinario come la Chevalier abbia saputo ricostruire la storia, romanzandola. Sicuramente non è un romanzo indimenticabile. Purtroppo avevo intenzione di leggere altri romanzi della Chevalier e avevo iniziato La vergine azzurra... l'ho lasciato =/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto, per carità.. Però non ho condiviso l'entusiasmo incredibile che ho visto in rete, ecco! :D
      Ahia, pensa che me l'hanno consigliato! ;_;
      Sono molto indecisa ahhaah! :D

      Elimina
  2. concordo con te...ho letto il libro e l'ho trovato piacevole...niente di più
    Vermeer è un fissato patetico XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto!! Un paio d'orette di compagnia e via, ma credo che la lunghezza sia stata decisiva.. Di più mi avrebbe annoiato!
      Vermeer - almeno da come traspare nel romanzo - era da prendere a sberle ahahah! :D

      Quando racconta la scena iniziale di come ha diviso i colori ho pensato: "Ecco qua, lei è ossessiva compulsiva e lui le dà corda" XD

      Elimina
  3. Anche io come te mi imbatto spesso nella Chevalier, soprattutto in biblioteca, ma ancora non mi sono decisa a leggere nulla di suo.. non so non sembra il mio genere U.u
    Di questo ho visto il film che ne hanno tratto con Colin Firth, non so quanto sia somigliante al romanzo, ma non mi è affatto piaciuto, lento e noioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che non è nemmeno il mio genere ahahah! :D
      Cioè, io non ho pregiudizi di sorta.. Però sì è lentino.. Si supera perché è breve, ma vabbè :D
      (Come smontare un libro in tre righe!)

      Elimina
  4. Vigliacco... dici bene... quel tipo è un vigliacco... Io l'ho letto in un periodo in cui avevo bisogno di qualche cosa di leggero ma non di sciocco o superficiale. E devo dire che mi è piaciuto, mi ha coinvolta nel modo giusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Che nervi!!
      In effetti mi è piaciuto, ma speravo in "qualcosa di più".. :)

      Elimina