lunedì 21 aprile 2014

Ball & chain - Abigail Roux

IL LIBRO IN PILLOLE: Si lascia andare :(



"Ball & Chain" è l'ultimo volume (per ora, chissà cosa deciderà la Roux..) della serie "Cut & Run" che ho amato e letto con tanto entusiasmo. Ho aspettato questo volume trepidante, felice ed entusiasta quasi contando i giorni.. Ho comprato l'ebook il giorno stesso della sua uscita e l'ho iniziato felice come una Pasqua.. per poi trascinarmelo dietro nemmeno fosse un macigno e rimandando sempre la sua lettura.
Nulla è più triste e sconfortante che leggere una saga ormai andata alla deriva, che si perde immancabilmente nel finale.. E' brutto non ritrovare gli stessi personaggi, le stesse situazioni e tutto ciò che avevamo trovato confortevole nei volumi precedenti, ormai abituati a certi standard; e soprattutto, è davvero spiacevole avere la sensazione che l'autrice si sia disaffezionata ai protagonisti che ha creato (stessa identica sensazione che ho provato con i romanzi della George, che iniziano in modo eccelso e poi pian piano si spengono, lasciando Linley e Havers come fantasmi di sé stessi e vittime di un fato crudele. *Scusate la divagazione, era un appunto importante sulla delusione :D*)
E' proprio ciò che mi è successo con "Ball & chain", che riceve 4* per la stima e l'affetto dei volumi precedenti, non perché mi abbia coinvolto al punto giusto, ecco.
La Roux non è mai stata quella che si dice una thrillerista eccelsa e la parte dedicata al mistero per me è sempre stata in secondo piano così da lasciare più spazio ai personaggi, Ty e Zane. In questo volume l'autrice cerca di riprendersi con una storia "forte" e intricata (fallendo miseramente) lasciando però meno spazio di manovra ai due poveracci. Non li ho riconosciuti soprattutto perché hanno agito in modo del tutto differente da come hano fatto nei sette volumi precedenti..
Personalità multipla che colpisce tutti come un virus?? Chi lo sa!!
In particolare, mi ha infastidito il modo in cui l'autrice cerca di uscire dalla situazione assurda in cui si era cacciata nel volume precedente in cui i Sidewinders sono richiamati in azione. Vengono descritti tutti come toccati dall'esperienza, cambiati e addirittura traumatizzati, e ci viene costantemente ricordato come Ty (per prenderne uno in esempio) non sorrida più e sia molto più serio..
Poi però andando a contare sul Kindle quante volte vengono ripetute le parole "smile", "laugh", "Grin", "smirk", viene da pensare che qualcosa non torna e che la Roux non sappia nemmeno lei cosa voglia scrivere :(
Avrei davvero preferito che la storia finisse un paio di volumi prima.. Mi sarebbero mancati, per carità, ma una fine così no!!

Non so nemmeno se voglio comprare il cartaceo (pur possedendo gli altri).. Rendiamoci conto di quanto sia grave la situazione!! XD

4 commenti:

  1. Ciao Serena, pur non avendo letto la serie di cui scrivi, ti capisco quando esprimi la tua delusione verso una storia fantastica e coinvolgente che si perde per via. I personaggi diventano "compagni di lettura" ed è triste vedere l'evolversi di una saga, che abbiamo amato, trasformarsi in una cocente delusione. Coraggio, altre letture meravigliose ti attendono:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto.. Non avrei saputo esprimerlo in modo migliore!!! :))

      Vero, non demordo!!!! ^_^ Grazie!!!

      Elimina
  2. Ciao, non ho letto questa serie ma concordo pienamente per cosa hai detto della George, a parte che non ho più voglia di leggere thriller, lei negli ultimi mi ha proprio fatto passare la voglia e lasciato con l'amaro in bocca per dei personaggi che amavo (Barbara era il mio mito)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La George era una delle mie scrittrici preferite.. La coppia che ha creato è meravigliosa, poi evidentemente si è scocciata.. E puff!!
      Anche io amavo Barbara!!!!!!
      L'ultimo volume dicono sia veramente pessimo :((

      Elimina